appello

Ho ricevuto questo messaggio di posta elettronica, lo giro (ho trovato venti minuti).

Ci hanno insegnato che la democrazia è il potere di scelta dei cittadini.

Alle prossime elezioni però i cittadini potranno votare ma non scegliere.

A scegliere saranno solo i partiti, con liste preconfezionate “prendere o lasciare” e con il giochetto delle candidature multiple che trasferisce ai plurieletti dopo le elezioni! il potere di scelta dei parlamentari, sottraendolo ai cittadini.

Abbiamo fatto una simulazione per difetto da cui emerge che grazie alle liste “prendere o lasciare” vengono decisi a tavolino, prima del voto, i nomi degli eletti “sicuri”, pari ai tre quarti (75%) dell’intero Parlamento; e che grazie al giochetto delle candidature multiple (ben 242, considerando solo Popolo della Libertà, Movimento per le Autonomie, Lega Nord, Partito Democratico, Italia dei Valori e, solo alla Camera, Unione di Centro e Sinistra Arcobaleno) vengono decisi, subito dopo il voto, i nomi degli eletti “ripescati”, pari ad un quarto (25%) dell’intero Parlamento.

Insomma, incrociando questi dati, emerge che il margine dei candidati incerti (decisi realmente dagli elettori) viene di fatto ridotto ad una misura irrisoria rispetto al totale dei parlamentari eleggibili.

Una democrazia senza volti.

E i cittadini?

Non possono scegliere direttamente NEANCHE UNA PERSONA: né il Presidente della Repubblica, né il Presidente del Consiglio, né (con l’attuale legge) i loro rappresentanti in Parlamento.

Che questo stato di cose abbia generato disaffezione, rabbia e disillusione è purtroppo una tangibile realtà.

E se ci sarà un incremento degli astenuti, non si dica che fosse inaspettato.

Tuttavia è importante sapere, e far sapere, che la frattura tra i cittadini e i loro rappresentanti non può andare oltre: deve essere ricucita immediatamente a partire dal giorno dopo il voto.

Per farlo abbiamo deciso di promuovere un movimento di “vigilanza civile” a presidio delle riforme istituzionali (tra cui i nostri referendum così brutalmente accantonati) e di tutte le altre azioni politiche necessarie a cambiare il nostro amato paese; per renderlo più competitivo, più capace di valorizzare il merito, più aperto alla circolazione delle idee e delle persone, più capace di dare opportunità a tutte e a tutti coloro che vogliano scommettere sulle proprie capacità; insomma più moderno.

Nella competizione globale ogni paese si contenderà sempre di più i migliori cittadini. E dovrà meritarseli… Ti chiediamo di inoltrare questa email ad amici e conoscenti, perché tutti possano sapere dello stato di allarme della nostra democrazia, ma anche che c’è chi vuole poter cambiare davvero ed è pronto a rimboccarsi le maniche.

Grazie di cuore.

Giovanni Guzzetta

Se hai 5 minuti: inoltra questa email a 5 amici Se hai 20 minuti: inserisci il testo di questa email sul tuo blog Se hai 1 giornata: quella giornata è il prossimo 18 maggio.

Annunci

5 risposte a “appello

  1. Senti io non ho capito bene sai, mi occorre una spiegazione dettagliata 🙂

  2. Voglio dire ….. io esco dal mio piccolo getsemani e torno nella realtà e mi trovo sta pappardella da leggere !!

    Dovè il Libè “leggero” e satirico di un tempo?

    Baci

  3. @ Ale: sono a tua disposizione per ogni spiegazione 😉
    @ Madonna: bentornata! 😀

  4. quotiamo Donna letizia 🙂

  5. Visto che resto inascoltata, ripubblico il mio appello !!

    Voglio dire ….. io esco dal mio piccolo getsemani e torno nella realtà e mi trovo sta pappardella da leggere !!

    Dovè il Libè “leggero” e satirico di un tempo?

    Baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...